Avere un sito web

I vantaggi di avere un sito web aziendale: 5 motivi + 2 che forse non conoscevi

I vantaggi di avere un sito web aziendale: 5 motivi + 2 che forse non conoscevi

“Tutti hanno un sito web perciò devi averne uno anche tu”

Ma funziona davvero così?

Assolutamente no!

No, perché un sito non è come un ombrello che ti basta acquistarlo e aprirlo e hai risolto tutti i tuoi problemi.

Se non hai la giusta motivazione e non lo apprezzi a pieno, non ti sarà di alcun aiuto e lo condannerai all’oblio in cui cadono tanti altri siti dimenticati.

Per questo oggi abbiamo pensato di parlarti dei 5+2 vantaggi di avere un sito web per il tuo business. Alcuni forse li conoscerai già ma altri siamo sicuri che ti stupiranno, perciò ti consigliamo di leggere quest’articolo fino alla fine.

Prenderemo in analisi le motivazioni principali sia da un punto di vista di marketing (che è ovviamente il nostro campo preferito 😀 ) che sotto un aspetto economico e fiscale, grazie alla preziosa collaborazione di Roberta Targa, la commercialista che ti farà passare tutte le paure su partita iva e fiscalità.

Allora iniziamo subito con la nostra top 5

#1 – Hai tu il pieno potere!

Il sito internet è la tua casa e per questo le regole le decidi tu. Colori, sfondi, organizzazione dei contenuti sono nelle tue mani, non sono quelli di default.

Un hacker ti ruba l’identità o un server prende fuoco? Nel tuo sito ti basterà un backup per recuperare tutto (lo fai, vero, insieme alla manutenzione del tuo WordPress?), invece sui social dovrai ricominciare tutto da capo, 0 follower e 0 post.

#2 – Diventa un paladino del made in Italy nei mercati di tutto il mondo!

Avere un sito internet ti permette non solo di comunicare in più lingue ma anche di farlo in maniera efficace, diversificando i contenuti in base alla lingua dell’utente. Abbinando una valida strategia SEO, le persone riusciranno a trovarti da qualsiasi Paese tu voglia, indipendentemente dalla piattaforma social dove preferiscono trascorrere il proprio tempo libero (appunto, ricorda che sui social la gente vuole distrarsi, non acquistare!)

paladino del made in Italy

#3 – Tanti modi per guadagnare con un sito, scegli quelli che preferisci!

Hai un e-commerce aperto h24, pronto a soddisfare le richieste dei tuoi clienti in ogni ora di ogni giorno. Ma un sito web può generare reddito anche quando non vende i tuoi servizi o i tuoi prodotti. I modi possono essere tanti, tra i più semplici ci sono la condivisione di link di affiliazione e i banner pubblicitari. Non sottovalutare, poi, il valore che può acquisire il tuo dominio nel tempo: in caso di cessione della tua attività, potrai monetizzare anche la vendita del sito e del dominio.

#4 – Valorizza il tuo brand!

Puoi realizzare fantastiche grafiche e parlare per ore con i tuoi fan, ma prima di fare clicca su acquista, le persone vorranno capire quanto sei affidabile e soprattutto quanto credi nel tuo stesso business. E il modo più rapido per farlo è cercandoti su Google, aspettandosi di trovare il tuo sito bello e funzionale e, perché no, magari anche una bella scheda My Business piena di foto della tua attività (e un bel po’ di recensioni!)

#5 – Fatti trovare … e amare!

Abbiamo detto che le persone vorranno trovarti facilmente su Google per conoscere meglio chi sei e cosa puoi offrirgli.

Per questo le pagine Chi sono e Cosa posso fare per te sono indispensabili. Ma se vuoi davvero coccolarli, allora un banner con un codice sconto o una risorsa gratuita li farà innamorare di te… e della tua newsletter!

Avere un sito web per farsi amare dai clienti

Siamo sicuri che già tra questi 5 vantaggi hai trovato la motivazione giusta per desiderare veramente un sito web.

Però vogliamo farti decisamente innamorare dell’idea di avere un sito e soprattutto vogliamo rispondere alla domanda che si starà ponendo la tua parte più ambiziosa: c’è il modo di ottimizzare ancor di più quest’investimento?

E qui lasciamo la parola a Roberta.

Proprio perché stiamo parlando di un investimento dobbiamo ragionare in ottica futura. Pensa a quando acquisti un’auto: guardi il prezzo e le funzionalità ma pensi anche a quanti anni potrà scarrozzarti in giro per il mondo.

sito web deducibilità fiscale

In ambito fiscale si ragiona più o meno allo stesso modo: il costo per la realizzazione di siti web (incluse le spese “accessorie” quali scrittura di testi, disegno del logo, shooting fotografico e ottimizzazione SEO) è un investimento a lungo termine, e come tale sarà “spalmato” su più anni, tanti quanti sarà la sua (come si dice in gergo) vita utile. Questo è l’ammortamento, e significa proprio che una certa spesa viene ripartita su più anni per rifletterne l’utilità.

Se, ad esempio, la spesa per il tuo sito nuovo di zecca è di € 2.500 e prevedi che questo sito, così com’è stato pensato, avrà una vita di 5 anni (perché hai la previsione che tra 5 anni lo cambierai) allora questo costo peserà sulla tua attività 2.500/5=500€ all’anno.

In che modo pesa? Questi 500 €, ogni anno per 5 anni, verranno considerati quando si fa la dichiarazione dei redditi per abbassare l’utile (che è il tuo guadagno netto annuale) e quindi pagare meno tasse. Questo meccanismo si chiama deduzione, ed è proprio la sottrazione delle spese dal tuo fatturato annuo per arrivare al reddito netto.

Bisogna anche considerare che, se il professionista che ti segue per il tuo sito è soggetto ad Iva, potrai scaricare l’Iva di tutte le fatture riguardanti il suo lavoro.

Le manutenzioni periodiche, così come gli aggiornamenti e gli interventi necessari per mantenere in buona salute il tuo sito, sono anch’esse deducibili. Non si usa il meccanismo dell’ammortamento ma semplicemente si considerano nell’anno in cui le hai sostenute e, come già detto prima, abbassano in modo matematico i tuoi guadagni per poter pagare meno imposte.

Insomma, non sono soldi spesi al vento, anzi!

investire in un sito internet

Piccola precisazione: questi ragionamenti valgono principalmente per chi ha una partita Iva con regime semplificato o ordinario, mentre per i forfettari i calcoli sono del tutto differenti e, in soldoni, l’investimento in un sito non è deducibile.

Da assoluta profana del mondo internet posso comunque assicurarti che non si tratta di una spesa inutile: oltre agli indubbi vantaggi che hai trovato all’inizio dell’articolo, devo aggiungere che molto spesso le Regioni e le Camere di Commercio offrono contributi per questo tipo di investimenti proprio per aiutare i piccoli business come il tuo.

Ultimissima cosa: annualmente anche il Ministero delle Finanze prevede, se ci sono i fondi necessari, agevolazioni fiscali per investimenti a lungo termine come quelli di un sito.

Il mio consiglio è quindi quello di rimanere informato con il tuo Commercialista per verificare di quali vantaggi puoi usufruire.

A questo punto sarai d’accordo con noi che il tuo sito web è uno dei migliori investimenti per il tuo business. Per questo merita tutta la tua cura e attenzione!

E se stai cercando una persona, anzi due che ti aiutino a costruirlo o valorizzarlo, devi solo contattarci.

Mentre per un aiuto, anzi diciamo pure un’ancora di salvezza, riguardo a tutti gli aspetti fiscali, segui Roberta su Instagram.

Ai prossimi consigli!!

Autore

  • Aiuto piccoli brand ambiziosi a costruire e gestire uno studio digitale in cui far crescere il proprio business e accogliere con soddisfazione nuovi clienti. In pratica, mi prendo cura dei siti web in ogni aspetto, dalla costruzione al posizionamento su Google, dalla revisione dei contenuti all'integrazione dei migliori tools per realizzare le proprie strategie di marketing. A guidarmi nel mio lavoro tanta determinazione, il desiderio di imparare ogni giorno qualcosa di nuovo e una buona dose di multipotenzialità che mi fa passare con disinvoltura dal codice per il webdesign alle parole per lo storytelling. Quando spengo il mio ultrabook, amo fare decluttering, leggere, sorseggiare tisane calde in giardino e viaggiare in compagnia della mia inseparabile Nikon.

Taggato ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.