Apparire sui motori di ricerca, Avere un sito web

Come scrivere testi per il web: la revisione seo e stilistica

Come scrivere testi per il web: la revisione seo e stilistica

Revisione stilistica e revisione seo

Content is the king ma … l’abito fa il monaco. Abbiamo fuso la saggezza popolare con le parole molto più moderne di Bill Gates per dirti che devi fare attenzione alla scelta dei contenuti da portare nel tuo sito ma anche la forma ha una grandissima importanza.

D’altronde lo avrai sperimentato anche tu leggendo un libro o vedendo un film: la trama è importante ma le parole usate e il modo in cui viene raccontata la storia sono gli elementi che possono fartene innamorare o rimanere delusa. 

Ecco, quindi, delineate le tre fasi per creare contenuti davvero utili e piacevoli:

scelta degli argomenti da trattare

– scrittura dei testi

– revisione dei testi.

Revisione di un testo, in cosa consiste?

Revisionare un testo vuol dire letteralmente darci una seconda (ma anche terza e quarta) lettura, in modo da migliorarlo. 

Questo miglioramento può riguardare sia la sola forma estetica sia le performance in termini di posizionamento su Google, quindi di SEO.

Parliamo, così, di editing o revisione stilistica e di ottimizzazione seo o seo on-page.

Vediamo ora nel dettaglio in cosa consistono. 

Editing o revisione testi

L’editing prevede varie riletture e rimaneggiamenti del testo. 

Noi solitamente iniziamo dall’individuare e correggere eventuali ripetizioni, refusi ed errori ortografici che facilmente si possono venire a creare quando l’attenzione è (giustamente) rivolta più a ciò che si vuole dire che alle parole che vengono trascritte dalla penna o dalla tastiera.

Questa prima lettura ci trasmette, poi, quelle stesse sensazioni che costituiranno il cosiddetto “primo impatto” del tuo lettore. 

Sono in linea con il tone of voice del tuo brand? E con i sentimenti delle persone a cui vuoi rivolgerti?

Uno stesso testo, cambiando solo un po’ di parole e qualche aggettivo può risuonare in maniera completamente diversa. Una piccola frase può fare la differenza tra un testo polemico e una preziosa fonte di consigli. 

Analisi dei contenuti e del tono di voce

E, poi, c’è omogeneità nel testo? 

Sì, perché magari quel testo l’hai scritto in un due giorni diversi o due momenti diversi della stessa giornata e, quindi, in esso si vanno a rispecchiare due tuoi stati d’animo differenti. E, fidati, questo si percepisce nel testo! 

Cosa, facciamo, quindi? Sceglieremo il mood più in linea con il tuo brand e rimaneggeremo il testo in modo che “parli una sola lingua” senza, ovviamente, alterare i concetti espressi e i messaggi che volevi trasmettere.  

A questo punto facciamo un’altra piccola check list che ti aiuterà a ottenere un testo completo e davvero utile a raggiungere il suo scopo. 

Leggendo per la prima volta il tuo testo, ci sono sorti dei dubbi? Abbiamo avvertito un qualche timore riguardante l’offerta che stai proponendo? Ci sono concetti un po’ troppo complessi per chi non è del settore? O forse alcune parti di testo potrebbero essere mal interpretate e dare adito a sterili polemiche?  

Insomma ti daremo il nostro feedback in modo che tu possa modificare o integrare alcune parti con l’obiettivo di conquistare ancor più il tuo lettore.

A questo punto abbiamo finito?

Niente affatto! 

Ci sono ancora due punti importanti da analizzare: CTA e struttura.

Come scrivere una Call To Action efficace

Quando scrivi un testo hai ovviamente un obiettivo specifico che vorresti raggiungere: vendita di un prodotto, prenotazione di una consulenza, iscrizione alla newsletter …

E per riuscirci devi “portare per mano” l’utente a compiere l’azione desiderata e per questo esistono le Call To Action. Letteralmente “chiamate all’azione” che portano il lettore a fare la mossa definitiva

L’importanza delle parole usate in queste porzioni di testo è fondamentale!

Pensa ad un sito di una coach, alla fine di un interessante è motivante articolo trovi un bottone che recita “dai inizio alla tua nuova vita”. Pensa allo stesso articolo ma con un bottone che dice “compra la prima sessione di coaching con me”.

Inutile dire quale potrebbe indurti più facilmente a fare click!


Attenzione, ovviamente, a non esagerare con la poesia e scrivere chiamate all’azione talmente vaghe che l’utente non riesce a capire cosa gli stai proponendo. 

Ecco il nostro compito è trovare proprio il giusto compromesso tra poesia e pragmaticità, sempre in piena coerenza con la tua voce e i tuoi valori.

Ultima fase, il miglioramento della struttura del testo. Insomma puoi aver scritto le cose più belle e interessanti di questo mondo ma se le presenti come un blocco granitico monotono di parole chi avrà voglia di leggerlo?

Per questo andiamo a suddividerlo in paragrafi e doseremo con cura l’uso di grassetto, corsivo, sottolineato, elenchi puntati e tutti quegli accorgimenti che rendono un testo facilmente “scansionabile” a colpo d’occhio

Revisione testi seo o Seo onsite 

Quella che abbiamo visto finora è la revisione stilistica, quella pensata per il lettore. Adesso vediamo, invece, come curare i tuoi contenuti per renderli attraenti agli occhi dei motori di ricerca.

La revisione dei testi in ottica SEO inizia con la selezione e l’inserimento delle keywords, ovvero parole che rispondono in modo preciso a specifiche ricerche che gli utenti fanno su internet. Se il tuo articolo le contiene verrà proposto più in alto tra i risultati di ricerca, in gergo tecnico si posizionerà più in alto nella serp.   

Dato che vogliamo compiacere Google ma il nostro focus rimane l’utente finale, queste parole dovremmo inserirle in modo naturale, devono completare il testo e non ostacolarne la lettura. 

Ma per “attirare l’attenzione di Google” possiamo fare anche un’altra cosa: inserire markup, ovvero stringhe di codice visibili solo ai motori di ricerca che gli spiegano il contenuto della tua pagina web in un linguaggio maggiormente comprensibile per loro. 

Revisione seo testi per il web: non solo keywords.  H2

Durante l’ultima parte di un lavoro di revisione seo di una pagina web ci andiamo a prendere cura di tutti gli altri elementi “secondari” considerati dai motori di ricerca.

Inseriamo, quindi, gli alt text, ovvero associamo ad ogni immagine inserita nel tuo articolo una o più parole chiave, sempre con l’obiettivo di comunicare a Google che il nostro sito può realmente dare risposte esaustive ai suoi utenti.

Poi andiamo a verificare la strategia d’uso di tag e categorie. Ne abbiamo già parlato nel dettaglio qui , ma in estrema sintesi possiamo dire che è importante definirne il giusto numero e il giusto tipo.  

E, infine, diamo una bella sistemazione alla tua vetrina, ovvero allo snippet, quell’anteprima della tua pagina che viene mostrata tra i risultati di ricerca su Google (ma anche su Bing, Yandex, Ecosia, etc) e che dovrebbe invogliare l’utente a fare click proprio sul tuo sito.  

Andremo a rispettare le linee guida consigliate dai motori di ricerca utilizzando, però, parole che attirano l’attenzione delle persone.

Perché fare la revisione dei testi?

Ora che hai scoperto cosa significa revisionare e ottimizzare i testi per il web hai anche compreso la sua enorme importanza.

Ma volendo proprio dirlo in 3 punti, possiamo affermare che affidando ad un professionista la revisione dei tuoi testi, tu: 

potrai scrivere seguendo solo il tuo flusso creativo, senza preoccuparti dei mille dettagli che vanno dall’ortografia alla forma,

– aumenterai l’efficacia dei tuoi testi, conquistando sia i motori di ricerca che i lettori

valorizzerai il tuo lavoro e la tua professione, infatti i contenuti curati in ogni dettaglio trasmettono immediatamente l’idea che quella cura tu la riservi anche a tutti gli altri aspetti del tuo lavoro.

E tu, sei pronta a far volare i tuoi contenuti web ancora più in alto? 

Scrivici e dedicheremo tutte queste attenzioni anche ai tuoi testi 😉 

Autore

  • Aiuto piccoli brand ambiziosi a costruire e gestire uno studio digitale in cui far crescere il proprio business e accogliere con soddisfazione nuovi clienti. In pratica, mi prendo cura dei siti web in ogni aspetto, dalla costruzione al posizionamento su Google, dalla revisione dei contenuti all'integrazione dei migliori tools per realizzare le proprie strategie di marketing. A guidarmi nel mio lavoro tanta determinazione, il desiderio di imparare ogni giorno qualcosa di nuovo e una buona dose di multipotenzialità che mi fa passare con disinvoltura dal codice per il webdesign alle parole per lo storytelling. Quando spengo il mio ultrabook, amo fare decluttering, leggere, sorseggiare tisane calde in giardino e viaggiare in compagnia della mia inseparabile Nikon.

Taggato , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.